ACE TENNIS CENTER, UN’ACCADEMIA PER CRESCERE

Esistono tanti modi per crescere ma uno solo per farlo in maniera corretta, nello sport e nella vita. Seguire i giusti step, personalizzare il lavoro e curare il dettaglio. Tutto ciò e molto di più costituisce la quotidianità all’Ace Tennis Center di Volvera, Accademia nata nel 2014 e presieduta da Fabio Ponzano: “L’abbiamo pensata – spiega – quale centro per dare agli allievi la possibilità di allenarsi in modo professionale portandoli ad esprimere il massimo del rispettivo potenziale. Una struttura interamente dedicata ai ragazzi e alle ragazze di età compresa tra i 10 e i 18 anni, indipendentemente dal livello di partenza, nella quale puntiamo tutto sulla qualità del lavoro. Non più di due giocatori per campo, seguiti da uno dei nostri coach, guardando alla personalizzazione del percorso di crescita. Il concetto di fondo è l’alto rendimento, la filosofia quella del miglioramento continuo nel tempo sotto i profili tecnico, tattico, fisico e mentale”.

Fotografiamo un allenamento tipo: “Durante l’inverno – prosegue Fabio Ponzano – e comunque a regime i nostri ragazzi sono impegnati per 2 ore e mezza – tre ore di tennis e 1 ora e mezza di atletica al giorno, seguiti dai 3 coach e dai due preparatori atletici. In genere per cinque giorni la settimana, alcuni per quattro. Esiste anche la possibilità di svolgere gli allenamenti al mattino”.
Tutti i giocatori vengono attentamente monitorati durante i tornei: “Il trasferimento di quanto fatto durante gli allenamenti alla partita è uno degli aspetti più delicati nella fase di formazione e costruzione di un giocatore. E’ per questo che è fondamentale l’accompagnamento del coach nelle competizioni individuali. Vedere le risposte di campo è basilare per apportare, al piano personalizzato di allenamento, le modifiche necessarie”.

L’impianto, facilmente raggiungibile anche in tangenziale nella direzione Torino – Pinerolo (uscita Volvera) consente l’allenamento su più superfici grazie ai due campi in terra rossa (sotto struttura in acciaio lamellare permanentemente coperti) e ai tre campi in play-it. La palestra interna per la preparazione fisica, la piscina con ampia zona solarium ed il ristorante (entrambe aperte anche agli esterni) completano la proposta di un vero e proprio gioiello a pochi km dal centro di Torino, completamente rivisitato nel 2014.

Per gli allievi, poi, anche la possibilità di essere supportati nello studio delle materie scientifiche e linguistiche (inglese) per recuperare eventuali ritardi di settore: “Un sussidio che mettiamo a disposizione dei ragazzi – spiegano dall’Ace Tennis Center – e delle rispettive famiglie poiché riteniamo che lo studio rappresenti un altro tassello fondamentale nel percorso di formazione della persona e dell’atleta. Così come il rispetto delle regole, in campo e fuori”.

L’Ace Tennis Center di Volvera conferma la propria versatilità offrendo per due giornate la possibilità anche agli esterni di provare gratuitamente il metodo di allenamento. Costante inoltre l’organizzazione di tornei, nelle diverse categorie e la presenza di momenti conviviali che fanno sentire gli allievi in una vera e propria famiglia, con l’imperativo d’obbligo di credere nei propri sogni e di lavorare duramente per trasformarli in obiettivi.

DA SETTEMBRE ANCHE LA COLLABORAZIONE CON JAVIER CAPITAINE

Javier Capitaine ha lavorato con i grandi del tennis mondiale, vedi Nalbandian, Coria, Sharapova, Dimitrov e Fognini

Dallo scorso settembre è costante la collaborazione dell’Ace Tennis Center di Volvera con Javier Capitaine, preparatore atletico e professionista a tutto tondo nel mondo dello sport che, durante la sua carriera, è stato a fianco di talenti del tennis mondiale come David Nalbandian, Guillermo Coria, Maria Sharapova, l’allora giovanissimo Grigor Dimitrov, Nicolas Almagro ed il numero 1 azzurro Fabio Fognini fino a quando quest’ultimo si è avvalso della collaborazione con il tecnico  spagnolo Perlas. Ideatore del metodo GSA (Global System Activation), Javier Capitaine è nato in Argentina e ora vive e lavora prevalentemente a Barcellona. La sua presenza presso l’Accademia di Volvera è costante e si cadenza una volta al mese per un periodo di una settimana – dieci giorni nel corso del quale si interfaccia con la presidenza del centro, supervisiona gli allievi e svolge un lavoro profondo di formazione dei componenti dello staff tecnico.

Un valore aggiunto in termini di esperienza, innovazione e capacità di trasferire a chi cresce il bagaglio di conoscenze accumulato in oltre 30 anni di attività con lo sport ed i suoi protagonisti di altissimo livello. Un vero formatore, il tecnico sudamericano, che tiene alla squadra e la difende come è giusto che sia quando a comporla sono coloro che considera soggetti da plasmare ed arricchire nel rispetto sì della neuroscienza ma ancor prima dei valori fondanti i rapporti umani. Tra le presenze illustri passate sui campi dell’Ace anche quella di Nick Bollettieri, lo scorso anno dispensatore di dotti consigli durante una giornata memorabile e Oscar Coria, papà di Guillermo, che ha tenuto uno stage anche in questo caso interessando allievi e staff tecnico del centro. Il dinamismo dell’Ace si conferma anche in queste continue proposte di alto livello.

di Roberto Bertellino per TuttoSport